Mauro Biglino in altadefinizione! La Bibbia, gli Alieni, il Fumetto

Reproduction, l'alimentation, le traitement, l'apparence



Traduzione in francese: Luigi Gassama traduzione in portoghese: Jussara Matana Conferenza pubblica di Mauro Biglino a Lugano. Organizzata da Uchronia Edizioni di Fabio Romiti di www.uchronia.ch . Data: 25 ottobre 2015. Luogo: Università della Svizzera italiana. Produzione video di Flavio Bos www.mac-facile.ch Texte en français Texto en portugues

Commentaires

  1. Io ho creduto in biglino per quasi 7 anni,poi ho cominciato a studiare l'ebraico e vi posso assicurare che biglino dice solo una marea di sciocchezze.
    Biglino è bravo a manipolare e a vendersi.
  2. Mauro Biglino e l'ipotesi degli alieni nella Bibbia confutata pezzo per ...
    https://www.informarexresistere.fr › mau...
  3. biglino ascoltarti è un piacere la tua coltura invidiabile
  4. biglino nel video ci dice di tenere la mente aperta. ma lui spera che teniamo aperto qualcos altro. e vi sta inculando a sangue. aiiiiia
  5. Grande biglino!
  6. Una delle migliori conferenze che ho visto di Biglino. Finalmente in alta definizione e con audio chiarissimo. Anche le sue spiegazioni sono chiarissime e incontestabili benche' ci siano presuntuosi e invidiosi che cercano in ogni modo di confutare cio' che non e' confutabile in quanto prettamente LOGICO e pure dichiarato dal "facciamo finta che" come un ipotesi anche se per me personalmente non si tratta di ipotesi ma di realta' confermate dai confronti con altri testi antichi e altre religioni. Inoltre avendo io un bagaglio di conoscenze in ambito ufologico-extraterrestre col classico 2+2 mi esce un quadro perfettamente coerente con tutto quanto esposto da Biglino. La caduta degli imbrogli religiosi inizia in quest'epoca e sono contentissimo di essere testimone degli eventi dell'inizio della nuova era in cui gli inganni non avranno piu' modo di esistere. Avanti cosi... W Biglino!
  7. Ciao bravo
  8. Grande Mauro avanti così.. sei una persona davvero preparata e colta, gli argomenti che affronti spaziano in tutti i campi dello scibile! Complimenti
  9. Il serait judicieux de lire la langue hébraïque restituée de FABRE D'OLIVET ,qui est aux antipodes de la genèse que nous connaissons.
    Il nous prouve que les hébreux eux mêmes ne parlaient plus l’Hébreu et il apporte un éclairage d'une force jamais atteinte .
  10. Per farvi capire che ancora non esiste una visione univoca, vi propongo una ennesima ipotesi"

    "Questa descrizione surrealista di mostri metà umani metà animali dai quattro volti e quattro ali è di fatto quella di divinità secondarie protettrici dei santuari che i babilonesi ponevano all’entrata dei loro templi. Questi geni benefici si chiamavano Karibus. Da questa radice, effettivamente accostabile a Kerubim, alcuni commentatori hanno tratto conclusioni contrastanti. Smaniosi di ridurre gli angeli del cristianesimo a delle sopravvivenze di una mitologia pagana recuperata dall’ebraismo dell’Esilio, hanno arditamente preteso che Cherubini e Karibus non fossero che un tutt’uno, dimenticando solamente che si incontrano dei Cherubini nell’Antico Testamento ben prima dell’epoca della deportazione a Babilonia.

    i studiosi differiscono ampiamente sul significato e l’origine di questa parola. Sembra che originariamente fosse una parola assira alla quale venne dato più tardi un significato definito dagli Ebrei. Gli Assiri, i Persiani e gli Egiziani rendevano grande onore alle divinità protettive, chiamate in acadiano Kuribu, o Karubu (la probabile origine di Kerubh e Kerubhim), raffigurate come tori alati, leoni o sfingi alate, con corpo animale e volto umano di proporzioni colossali.
    Queste divinità protettive erano i comuni custodi di templi e tombe, dove si possono ancora vedere simili statue.
    Tra queste divinità pagane e l’ebraico Kerubh, Kerubhim, non c’è niente in comune eccetto forse il nome, e una somiglianza di doveri, ma di un ordine maggiore. Nella Sacra Scrittura, i Cherubini vengono rappresentati come custodi celesti e protettori di luoghi e oggetti sacri"

    https://it.aleteia.org/2018/08/19/coro-angelico-dei-cherubini/
  11. Nella Bibbia mi è sembrato che c'è scritto che bisogna combaciare
  12. A prescindere da una persona cosa crede o in che cosa crede ognuno ha il diritto di pensare come vuole basta non fare imposizioni a nessuno..anche se un miliardo di cattolici cambiassero religione o diventassero atei o chesso io che differenza farebbe ai cristiani rimanenti?per loro andrebbe bene lo stesso no?mica se la prenderebbe con loro Dio!mia moglie crede io ho i miei pensieri ma conviviamo serenamente e costruiamo ogni giorno un mattone di vita!Mauro alla fine non impone niente legge spiega e dice fate cio che volete..non manda all inferno i cattolici o augura malanni a chi non la pensa come lui!cosa che altri soprattutto cattolici fanno.la cosa più importante è il potere della mente!la forza del pensiero che poi chiamatela come volete anima o che ne so ma parte tutto dal cervello!viva la vera bontà d animo
  13. Il sig. Biglino propone tesi assurde, fuori dalla storia e fuori dalla logica.
    Alcune mie confutazioni alle tesi di Biglino:
    Mauro Biglino sostiene che YHWH non sia il vero e unico “Dio Trascendente”
    http://yurileveratto2.blogspot.com/2016/03/mauro-biglino-sostiene-che-yhwh-non_18.html
    Mauro Biglino sostiene che Elyon sia un’entità distinta da YHWH
    http://yurileveratto2.blogspot.com/2016/03/mauro-biglino-sostiene-che-elyon-sia.html

    Mauro Biglino sostiene la tesi della "morte apparente" di Gesù Cristo:
    http://yurileveratto2.blogspot.com.co/2017/09/mauro-biglino-sostiene-la-tesi-della.html

    Mauro Biglino sostiene che Satana non esista nella Bibbia:
    https://yurileveratto2.blogspot.com/2016/04/chi-e-satana-secondo-la-bibbia.html

    Confutazione della tesi che "Paolo di Tarso abbia inventato il Cristianesimo"
    http://yurileveratto2.blogspot.com.co/2016/03/mauro-biglino-sostiene-che-paolo-di.html

    Mauro Biglino sostiene che non vi siano fonti extra-bibliche sulla Bibbia.
    Fonti non-cristiane su Gesu':
    http://yurileveratto2.blogspot.com/2015/10/la-storicita-di-gesu.html
    Fonti extra-bibliche sull'Antico Testamento:
    http://yurileveratto2.blogspot.com/2018/10/alcune-fonti-extra-bibliche-sulla.html

    Mauro Biglino sostiene che il peccato originale o ereditato non esiste nella Bibbia:
    http://yurileveratto2.blogspot.com.co/2016/03/mauro-biglino-sostiene-che-il-peccato.html

    Confutazione e critica delle tesi di Mauro Biglino sul Nuovo Testamento:
    http://yurileveratto2.blogspot.com.co/2016/07/confutazione-alle-tesi-di-mauro-biglino.html

    Le strane teorie di Mauro Biglino sui sacrifici animali nell’Antico Testamento:
    http://yurileveratto2.blogspot.com/2016/03/le-strane-teorie-di-mauro-biglino-sui.html

    Mauro Biglino sostiene che YHWH sia stato "uno dei tanti Elohim"
    http://yurileveratto2.blogspot.com/2016/03/mauro-biglino-sostiene-che-yhwh-non.html

    Mauro Biglino sostiene che Mosè ed Elia siano stati rapiti da astronavi
    http://yurileveratto2.blogspot.com/2016/03/biglino-sostiene-che-mose-ed-elia-siano.html

    Le errate traduzioni di Mauro Biglino sulle frasi in aramaico pronunciate da Gesù Cristo:
    http://yurileveratto2.blogspot.com.co/2016/03/le-errate-traduzioni-di-mauro-biglino.html

    Mauro Biglino sostiene che gli autori del Nuovo Testamento non siano quelli indicati dalla tradizione
    http://yurileveratto2.blogspot.com/2016/03/biglino-sostiene-che-gli-autori-del.html

    Mauro Biglino sostiene che vi sia stato un complotto di falsari del Nuovo Testamento:
    http://yurileveratto2.blogspot.com.co/2016/03/mauro-biglino-sostiene-che-vi-sia-stato.html

    Confutazione della tesi di Mauro Biglino sulla nascita di Gesù Cristo:
    http://yurileveratto2.blogspot.com/2016/03/confutazione-della-tesi-di-mauro.html
  14. elohim con tecnologie avanzatissime ,tali da viaggiare nel cosmo vengono sulla terra per estrarre oro già mi bien da ridere ma poi non usano la tecnologia avanzata che hanno ,si mettono a scavare a meno dopo un Po sciopero e prendono una scimmia e bla bla cioè perfavore
  15. Se biglino dice il vero od il falso, rimane il fatto che viviamo in un mondo di merda piena di gente che pensa solo ai propri interessi
  16. CHERUBINI
    Gli scritti biblici non definiscono né descrivono i cherubini.
    Una ipotesi, plausibile quanto qualunque altra, è che fossero demoni della tempesta. Nei Salmi l’ira di Dio è rappresentata come tempesta, uragano (Salmo 18, 6-15). L’undicesimo versetto dice: “Ed Egli cavalcò un cherubino e volò, sì volò sulle ali del vento”.
    Lo spirito di Dio è rappresentato in Genesi come un vento che agita le “acque” del Caos. Il vento è invisibile e ha una forza sovrumana e queste due caratteristiche sono attributi divini. La mia modesta opinione è che il vento che soffia nella brughiera appare come una voce umana ed eccovi i cori angelici.
    L’idea dei cherubini come forme angeliche parlanti è molto tardiva eppure si ispira all’antico, e ha preso piede giungendo fino al 21esimo secolo. Ancora oggi quando un bambino piccolo è biondo con gli occhi azzurri e assai bello e buono, diciamo di lui che è “un cherubino”. In realtà cherubini e angeli sono cose diverse, indicati con parole ebraiche diverse. Essendo, poi, impossibile rappresentare ciò che è puro spirito cioè invisibile, l’uomo, disobbedendo al comando di non rappresentare mai ciò che è in Cielo, ha fatto un bel casino, fondendo cherubini ed angeli e disegnandoli come forme di vita ibride, umano più animale (le ali d’uccello), modalità che deriva da una concezione tipica degli antichi. L’iconografia delle religioni occidentali ci offre un uomo uccello, un uomo toro e una donna lucertola, tanto per fare esempi. L’angelo è un uomo-uccello.
    Come al solito, insegnamenti sbagliati proseguiti nei secoli, hanno portato a cose immonde e allucinanti. Secondo l’ultimo guru degli anticlericali i cherubini sarebbero macchine volanti dotate di ruote e facenti un discreto baccano. Tale suono, simile al frinire continuo di cicale (gli Ebrei direbbero: “Se lo sembra, probabilmente lo è”), sarebbe diventato con il tempo i noti cori angelici.
    Mauro Biglino, nel dichiarare ciò fa riferimento proprio al versetto già citato: ““Ed Egli cavalcò un cherubino e volò, sì volò sulle ali del vento”. Tale versetto è palesemente una metafora. Anche noi oggi diciamo comunemente “Vola sulle ali del vento”. Del resto molti traduttori ebrei (e quindi certo che sappiano tradurre l’ebraico) dell’Antico Testamento danno torto a Biglino e non riescono a vedere nella Bibbia nulla di alieno, a parte forse lo stesso Dio.
    Raffaele Lami, autore del libro “La chiave metafisica dell’antologia dell’universo” ci offre una affascinante chiave di lettura: Questa descrizione dei cherubini come manufatti meccaniche, corrisponde alla realtà, ma quello che non sapete che e la ricostruzione tecnica a quello che avviene diciamo in natura.
    L’energia dell’universo generata dai doppi vortici, (tipo clessidra) la sua funzione è di un vortice convergente (detto buco nero) dove le particelle invisibile (energia invisibile) si imbuca ed attraverso un tunnel antigravitazionale, viene espulsa all’opposto con un vortice divergente (detto buco bianco), questa energia (ri)potenziata viene proiettata alla deriva della sinsfera universale, dove avviene la materializzazione degli atomi per cui la materia e quando altro sappiamo, dopo questa evoluzione, l’energia depotenziata ritorna al vortice convergente per essere rigenerata.
    Questa meccanica viene ricostruita con manufatti meccanici, per la manipolazione dell’energia invisibile che sono i reattori dei dischi volanti.
    Nel linguaggio mitologico tutto questo era descritto in linguaggio ideologico.
    Allora il tunnel tra i due vortici (antigravitazzionale) e considerato il trono del signore (dio), il vortice convergente (buco nero) che porta energia depotenziata seno considerati come cherubini. L’energia che esce potenziata dal vortice divergente, sono considerati i serafini, e di seguito tutta la gerarchia della meccanica evolutiva descritta come angeli


    https://www.facebook.com/groups/459338140825033/
  17. IL DILUVIO UNIVERSALE

    Anzitutto, la quantità di acqua sul pianeta Terra è costante. La pioggia si forma in determinate condizioni in base al ciclo dell’acqua. Non si forma dal nulla. Dio non è un mago, ma trasforma la materia in base a precise leggi chimico-fisiche. Durante le glaciazioni, l’acqua che diventa ghiaccio non è “in più” (e comunque sotto lo spesso strato di ghiaccio c’era acqua in stato liquido, ricchissima di ossigeno più del solito e brulicante di forme di vita).
    Ciò chiarito, aggiungo che per ricoprire l’intera superficie terrestre di acqua, superando l’altezza anche del più alto monte (l’Everest è alto 8.848 metri), occorrerebbe una quantità di acqua equivalente a più di tre volte e mezzo quella presente sul pianeta. Mi dispiace che molti preti insistano con la balla del Diluvio universale, descrivendo l’intero pianeta ricoperto di acqua e mi spiace assai che molte catechiste propongano ai bambini disegni dell’arca di Noè abitata da pinguini e giraffe. In seguito questi bambini ragioneranno con la propria testa e diventeranno atei. Infatti una delle argomentazioni più sfruttate dagli atei a dimostrare come la Bibbia racconti frottole, è proprio l’improbabilità di una tale tesi! La Bibbia d'altronde è chiarissima e non contiene alcunché che si debba credere “per fede”. Chi parla troppo di fede non ha argomentazioni.
    Come sappiamo già, quella che abbiamo nelle nostre case non è la “vera” Bibbia, bensì una traduzione, approvata dalla Cei di una traduzione, di una trasposizione di testi antichissimi, rimaneggiati nel corso dei secoli con aggiunte (il dialogo tra Gesù e il Ladrone) ed omissioni intese come “correzioni”; tra l’altro queste operazioni sono vietate dalla Bibbia stessa. I libri che secondo la tradizione sono stati scritti da Mosè non sono stati scritti da Mosè e di molti libri è sconosciuto l’autore. Le misure vanno interpretate. C’è chi afferma che l’Arca avesse dimensioni ridicole, ma sbaglia, come vedremo.

    Una ricostruzione rafforzata da prove scientifiche vuole che il diluvio sia stato una poderosa alluvione, peggiorata da un’ondata provocata da uno tsunami. Tale fenomeno è avvenuto lungo le sponde nord orientali del Golfo Persico, dove è presente una frattura della crosta terrestre. Ciò corrisponde perfettamente al versetto “Si infransero tutte le fonti del grande abisso”. Alcuni archeologi come Sean Kingsley (che fece importanti scoperte all’inizio del secolo) e altri addirittura più recenti, hanno lavorato e stanno lavorando per dimostrare che il Diluvio è stata un’alluvione con tsunami con un’ondata alta 7 metri. Tale ondata ha senz’altro ricoperto “tutti i monti” come afferma la Bibbia, perché il territorio interessato dal fenomeno era per lo più pianeggiante con rilievi di modeste altitudini. Qualcosa è accaduto sicuramente: presso l’Eufrate sono stati trovati strati di depositi alluvionali spessi fino a 3 metri.
    Concludo questa sezione facendo osservare che nessun fenomeno così distruttivo è avvenuto nei Paesi limitrofi come l’Egitto. Nessun altro paese ha vissuto l’esperienza di un allagamento totale. Se così fosse i loro poemi e i loro disegni e sculture ne parlerebbero e si troverebbero le prove. Gli scrittori biblici (il plurale è d’obbligo) stavano parlando esclusivamente del lor territorio, l’unico che conoscevano: alcune regioni del moderno Medio Oriente. Gli Israeliti conoscevano solo l’Asia Minore.
    La datazione fissata si allarga tra il 2348 e il 2800 a. C.

    L’ARCA DI NOE’. VARIE IPOTESI. FORSE UN MITO
    E adesso passiamo alla famosa Arca di Noè. Va detto che la storia di Noè potrebbe essere un Mito e nulla di più, a causa delle analogie con il poema di Gilgamesh. La Bibbia però spiega con precisione come fu costruita l’imbarcazione e specifica che serviva a garantire la sopravvivenza dell’intera umanità sulla terra (con la t minuscola!), con la presenza di sette coppie di ogni animale che abitava su “quella” terra e una coppia di animali impuri (il distinguo tra animali puri e impuri arriverà molto tempo dopo); mentre Gilgamesh porta sulla nave solo la sua famiglia, il suo bestiame personale e addirittura oro e argento. Vi rimando a questo buon testo (seppure non privo di inesattezze): https://www.skuola.net/mitologia-epica/contesto-storico-epica/diluvio-dell-epopea-di-gilgamesh-vs-diluvio-genesi-analogie-e-di.html)
    Nel corso dei decenni qualcuno ha anche trovato pezzi di legno, affermando che si tratti di relitti dell’Arca. Qui vi rimando a un articolo recente, del 2017: https://it.blastingnews.com/cronaca/2017/06/bibbia-esperto-sostiene-al-999-abbiamo-ritrovato-larca-di-noe-001746883.html
    Ma capite che se fosse vero si tratterebbe di una scoperta epocale e invece non mi risulta che questa notizia abbia avuto un seguito. Persino l’articolo dopo un elenco di supposte prove archeologiche, si conclude affermando “stia a voi scegliere in cosa credere” facendo persino dell’archeologia una questione di fede!
    Dunque: sia chiaro che né i Sumeri né gli Ebrei erano grandi navigatori. Gli Ebrei detestavano il mare e amavano invece il deserto, dove si sentivano protetti. Non esistevano ancora navi chiuse e invece l’Arca era proprio questo. In verità sarebbe lungo l’elenco di ricostruzioni ipotizzate. Ve ne propongo due: la prima vorrebbe una nave spinta dal vapore, con una tecnologia scoperta appena nel 1800 d.C. Io non sono d’accordo, poiché l’Arca non era concepita per essere guidata. Non doveva andare in nessun posto. La seconda ipotesi fa riferimento al Poema di Gilgamesh che descrive una nave delle stesse dimensioni in larghezza e lunghezza, cioè quadrata. Una mega zattera che doveva esclusivamente restare a galla e garantire la sopravvivenza di quanti vi stavano sopra. Una metafora dell’Umanità e della Vita. E’ stato argomentato in modo acuto da più di un ateo (eh si anche gli atei devono presentare argomentazioni convincenti. Sapevatelo) che una quantità tale di pioggia per un periodo così prolungato avrebbe fatto diminuire a tal punto la temperatura esterna da rendere impossibile la sopravvivenza di uomini e animali; un gelo fino a parecchi gradi sotto lo zero. Se il Diluvio fosse stato davvero universale avrebbe dato origine ad una glaciazione e Noè sarebbe morto congelato nel momento di liberare il corvo. Forse sarebbero sopravvissuti i pinguini, che in effetti sull’Arca non c’erano, altrimenti sarebbero morti di caldo prima dell’inizio del Diluvio…
    Una soluzione sarebbe stata proprio l’esistenza di una copertura, un tetto che alla fine Noè dovrà smontare (la Bibbia dice in effetti che Noè ha scoperchiato l’Arca). La pioggia scrosciava sul tetto e cadeva formando un vero e proprio muro di acqua. Uomini e animali se ne stavano dentro il muro di acqua ad una temperatura per lo meno accettabile. Anche se il muro di acqua si fosse trasformato in ghiaccio. Va detto che nulla impediva a Noè di accendere un fuoco. Ma tutta questa è solo una ipotesi, per quanto affascinante. Concludo anche affermando la mia personale ipotesi che Noè abbia fatto tutto meglio che poteva e forse ha davvero dimenticato di caricare i due leocorni. Sicuramente non ha mai caricato elefanti, fidatevi.

    LA DESCRIZIONE BIBLICA DELL’ARCA
    La Bibbia descrive l’Arca così: 38mila metri cubi. Un metro cubo ebraico = 45 cm. Tre piani, uno sotterraneo, una porta, un lucernario (e non una finestra). La copertura, come detto, poteva essere smontata. Cinque mesi dopo l’inizio del diluvio l’arca si posa sul Monte Ararat, in alto dunque, a dimostrazione che lo tsunami la spinse “a monte” e non a valle. Suggestiva l’ipotesi che l’ondata di 7 metri abbia spinto l’Arca verso un luogo sicuro, come una mano protettiva. Un vero e proprio spintone, ma a fin di bene.
    Altra dimostrazione che il diluvio è stato un fenomeno locale è la famosa colomba. L’uccello è stato mandato in missione esplorativa. Sarebbe stato impossibile per la colomba volare lungo tutto il perimetro terrestre e inoltre il volatile è tornato racchiudendo nel becco una foglia (e non un rametto) di ulivo, piantagione di quei luoghi. E non, ad esempio, un eucalipto. La foglia di ulivo nel becco della colomba, poi, sarà stata tutt’altro che bella da vedere e la pianta dalla quale era stata strappata sarà stata ormai inservibile.
    Solo che gli scrittori biblici davano per scontato che le piante fossero ancora tutte vive, poiché gli Israeliti non pensavano alle piante come forme di vita. Per loro erano simili ai sassi e il Diluvio non le aveva uccise. Comunque la famiglia di Noè era vegetariana e l’Arca era colma di vegetali, con i rispettivi semi, e il terreno là fuori era diventato fertilissimo.
    Tutto tornò alla normalità in 365 giorni (nel poema di Gilgamesh era invece il diluvio a durare un anno).

    https://www.facebook.com/groups/459338140825033/
  18. Biligno, avessi mai visto uno ☝️, dico uno ☝️ dei tuoi jejaouajakatukakubkaxxdic
  19. Il vostro Biglino e il sig. Buffa affermano che un gruppo di alieni avanzatissimi avrebbe viaggiato milioni di chilometri per venire sulla terra e manipolare i geni degli ominidi con lo scopo di creare i Sapiens. Chi avrebbe creato gli alieni? E come avrebbero fatto gli alieni a creare l'anima?
    L'uomo ha un'anima che lo distingue dagli animali, infatti l'uomo ha volonta', intelletto e sentimenti.
    Come avrebbero fatto i vostri alieni a creare l'anima?

    Il sig. Biglino propone tesi assurde, fuori dalla storia e fuori dalla logica.
    Alcune mie confutazioni alle tesi di Biglino:
    Mauro Biglino sostiene che YHWH non sia il vero e unico “Dio Trascendente”
    http://yurileveratto2.blogspot.com/2016/03/mauro-biglino-sostiene-che-yhwh-non_18.html
    Mauro Biglino sostiene che Elyon sia un’entità distinta da YHWH
    http://yurileveratto2.blogspot.com/2016/03/mauro-biglino-sostiene-che-elyon-sia.html

    Mauro Biglino sostiene la tesi della "morte apparente" di Gesù Cristo:
    http://yurileveratto2.blogspot.com.co/2017/09/mauro-biglino-sostiene-la-tesi-della.html

    Confutazione della tesi che "Paolo di Tarso abbia inventato il Cristianesimo"
    http://yurileveratto2.blogspot.com.co/2016/03/mauro-biglino-sostiene-che-paolo-di.html

    Mauro Biglino sostiene che non vi siano fonti extra-bibliche sulla Bibbia.
    Fonti non-cristiane su Gesu':
    http://yurileveratto2.blogspot.com/2015/10/la-storicita-di-gesu.html
    Fonti extra-bibliche sull'Antico Testamento:
    http://yurileveratto2.blogspot.com/2018/10/alcune-fonti-extra-bibliche-sulla.html

    Mauro Biglino sostiene che il peccato originale o ereditato non esiste nella Bibbia:
    http://yurileveratto2.blogspot.com.co/2016/03/mauro-biglino-sostiene-che-il-peccato.html

    Confutazione e critica delle tesi di Mauro Biglino sul Nuovo Testamento:
    http://yurileveratto2.blogspot.com.co/2016/07/confutazione-alle-tesi-di-mauro-biglino.html

    Le strane teorie di Mauro Biglino sui sacrifici animali nell’Antico Testamento:
    http://yurileveratto2.blogspot.com/2016/03/le-strane-teorie-di-mauro-biglino-sui.html

    Mauro Biglino sostiene che YHWH sia stato "uno dei tanti Elohim"
    http://yurileveratto2.blogspot.com/2016/03/mauro-biglino-sostiene-che-yhwh-non.html

    Mauro Biglino sostiene che Mosè ed Elia siano stati rapiti da astronavi
    http://yurileveratto2.blogspot.com/2016/03/biglino-sostiene-che-mose-ed-elia-siano.html

    Le errate traduzioni di Mauro Biglino sulle frasi in aramaico pronunciate da Gesù Cristo:
    http://yurileveratto2.blogspot.com.co/2016/03/le-errate-traduzioni-di-mauro-biglino.html

    Mauro Biglino sostiene che gli autori del Nuovo Testamento non siano quelli indicati dalla tradizione
    http://yurileveratto2.blogspot.com/2016/03/biglino-sostiene-che-gli-autori-del.html

    Mauro Biglino sostiene che vi sia stato un complotto di falsari del Nuovo Testamento:
    http://yurileveratto2.blogspot.com.co/2016/03/mauro-biglino-sostiene-che-vi-sia-stato.html

    Confutazione della tesi di Mauro Biglino sulla nascita di Gesù Cristo:
    http://yurileveratto2.blogspot.com/2016/03/confutazione-della-tesi-di-mauro.html
  20. complimenti per il tuo anticonformismo e il tuo lavoro


Informations complémentaires:

Visibilité: 265611

Durée: 0m 0s

Cote: 2059